Menu

Termini del servizio di consulenza online

L'Avv. Giuseppe De Cristofaro offre consulenza e pareri online secondo i termini di seguito riportati.

1. Il richiedente può formulare il quesito in ordine al problema giuridico attraverso la compilazione dell’apposito modulo di richiesta, avendo cura di indicare i dati relativi ai campi contrassegnati come obbligatori.
Nota: L’invio del modulo di richiesta non è impegnativo, né costituisce conferimento di incarico professionale.

2. Entro 4 giorni dal ricevimento della richiesta e ove si ritenga possibile fornire la consulenza, verrà inviata al richiedente una mail contenente le seguenti informazioni:Dal momento del ricevimento della mail contenente il preventivo, il richiedente avrà 15 giorni per effettuare il pagamento. In caso contrario la richiesta sarà considerata decaduta senza alcun costo per il richiedente.

  • preventivo di spesa gratuito e non impegnativo;
  • eventuali richieste di informazioni e/o documentazioni supplementari qualora  il quesito sia incompleto;
  • modalità per procedere al pagamento.

Nota: in mancanza di risposta entro 4 giorni lavorativi, la richiesta di consulenza deve intendersi non accettata.

 

3. Successivamente al pagamento, la consulenza verrà inviata, unitamente alla fattura, all’indirizzo indicato dal richiedente sull’apposito modulo entro 6 giorni lavorativi. 
Il termine per lo svolgimento della prestazione decorre dall’effettivo ricevimento del pagamento.
In casi di particolare complessità del quesito i tempi di risposta potranno differire da quelli sopra indicati e verranno indicati nella mail contenente il preventivo.

4. A richiesta, è possibile ottenere l’invio di copia cartacea del parere debitamente sottoscritto dall’Avvocato. In tal caso il costo della prestazione sarà maggiorato in misura dello strumento di invio prescelto.

5. Modalità di pagamento (da concordare)

News dello studio

mar12

12/03/2022

Alunno risarcito dalla Scuola

La Corte di Appello di Napoli, Sez. IV, con sentenza n. 2575 depositata il 27/06/2016 ha statuito che in tema di danno all’allievo, ove l’amministrazione scolastica non abbia impedito il

mar7

07/03/2022

L'appaltatore è responsabile per le istruzioni ricevute dal committente

La Suprema Corte di Cassazione, con la sentenza n. 1585 del 28 gennaio 2015, ha stabilito che l'appaltatore, dovendo assolvere al proprio dovere di osservare i criteri generali della tecnica relativi

mar1

01/03/2022

Sfratto: il locatore può chiedere il risarcimento del danno al conduttore

Con la sentenza n. 2865 del 13 febbraio 2015 la Corte di Cassazione ha riconosciuto per il locatore, che abbia chiesto ed ottenuto la risoluzione anticipata del contratto di locazione per inadempimento

News Giuridiche

Nessun contenuto disponibile