Menu

Cure dentarie inutili per il paziente

10 gennaio 2022

Dopo lunghe e costose cure dentistiche rivelatesi, purtroppo, assolutamente inutili, il paziente ha citato in giudizio un odontoiatra sostenendo che «le cure dentarie sono state malamente eseguite dal professionista» e che «gli errori del medico» lo hanno obbligato a «ricominciare dal principio l’intera cura», e chiedendo, di conseguenza, non solo «la restituzione del corrispettivo» versato al dentista, ma anche un adeguato «risarcimento».

La controversia e' approdata in Cassazione che, con ordinanza n. 17405 depositata dalla Sesta Sezione Civile il 30 agosto 2016, ha ritenuto quella avanzata dal paziente nei confronti del dentista una richiesta assolutamente pretestuosa in quanto non è stato minimamente dimostrato il «nesso di causalità» tra «l’opera del dentista» e «i danni» lamentati dal cliente.

I giudici del Supremo Collegio hanno confermato la decisione di secondo grado ritenendo che «il fallimento delle cure» non è stato provocato dall’«operato del dentista», bensì da «fattori naturali» quali una «malocclusione», cioè “il difettoso combaciamento delle due arcate dentarie”, e dalla superficiale «condotta» tenuta dal paziente.

Il dentista, secondo i giudici, ha agito in modo corretto ed ineccepibile «informando correttamente il paziente e segnalandogli i possibili rischi».

La richiesta di risarcimento e' stata rigettata.

Archivio news

 

News dello studio

mar12

12/03/2022

Alunno risarcito dalla Scuola

La Corte di Appello di Napoli, Sez. IV, con sentenza n. 2575 depositata il 27/06/2016 ha statuito che in tema di danno all’allievo, ove l’amministrazione scolastica non abbia impedito il

mar7

07/03/2022

L'appaltatore è responsabile per le istruzioni ricevute dal committente

La Suprema Corte di Cassazione, con la sentenza n. 1585 del 28 gennaio 2015, ha stabilito che l'appaltatore, dovendo assolvere al proprio dovere di osservare i criteri generali della tecnica relativi

mar1

01/03/2022

Sfratto: il locatore può chiedere il risarcimento del danno al conduttore

Con la sentenza n. 2865 del 13 febbraio 2015 la Corte di Cassazione ha riconosciuto per il locatore, che abbia chiesto ed ottenuto la risoluzione anticipata del contratto di locazione per inadempimento

News Giuridiche

ott5

05/10/2022

Mascherine in strutture sanitarie: obbligo esteso fino al 31 ottobre 2022

Il Ministero della Salute, nell’Ordinanza

ott5

05/10/2022

Motivi aggiunti in appello e deposito a mezzo PEC ai tempi dell’emergenza

<p>Con la <a href="https://onelegale.wolterskluwer.it/document/10SE0002594154"