Menu

L'appaltatore è responsabile per le istruzioni ricevute dal committente

09 aprile 2018

La Suprema Corte di Cassazione, con la sentenza n. 1585 del 28 gennaio 2015, ha stabilito che l'appaltatore, dovendo assolvere al proprio dovere di osservare i criteri generali della tecnica relativi al particolare lavoro affidatogli, è obbligato a controllare, nei limiti delle sue cognizioni, la bontà del progetto o delle istruzioni impartite dal committente e, ove queste siano palesemente errate, può andare esente da responsabilità soltanto se dimostri di avere manifestato il proprio dissenso e di essere stato indotto ad eseguirle, quale nudus minister, per le insistenze del committente ed a rischio di quest'ultimo.

Archivio news

 

News dello studio

apr18

18/04/2018

Protocollo del rito di famiglia del Tribunale di Bari

In data 17.4.2018 è stato sottoscritto il protocollo del processo civile – il rito di famiglia con il Presidente del Tribunale di Bari Protocollo processo civile-rito di famiglia

apr9

09/04/2018

Patrocinio a spese dello Stato

Tenuto conto della variazione, accertata dall'Istituto nazionale di statistica, dell'indice dei prezzi al consumo per le famiglie di operai e impiegati, verificatesi nel biennio precedente (1 luglio

apr9

09/04/2018

Sfratto: il locatore può chiedere il risarcimento del danno al conduttore

Con la sentenza n. 2865 del 13 febbraio 2015 la Corte di Cassazione ha riconosciuto per il locatore, che abbia chiesto ed ottenuto la risoluzione anticipata del contratto di locazione per inadempimento